Nello sport

Il Metodo Feldenkrais®, con il suo enorme bagaglio di sapere ed esperienza nel campo della coordinazione, efficienza e ottimizzazione della mobilità, è una fonte ricca di stimoli e suggerimenti che attira e ispira gli sportivi di varie discipline: dalla corsa al ciclismo e allo sci, dal calcio all’ippica, dal tennis al golf, molti atleti si avvalgono del Metodo Feldenkrais® per migliorare le proprie prestazioni ma anche per affrontare la riabilitazione dopo aver subito infortuni. Inoltre, il Metodo Feldenkrais® può fornire stimoli preziosi anche nella pratica di diverse discipline provenienti dalle culture orientali quali yoga, tai chi, aikido o judo, consentendo di perfezionare sequenze di movimenti complessi.

Per esempio:

  • nella corsa
    La corsa rappresenta una disciplina sportiva piacevole e praticata da molte persone che considerano questo sport un’attività ricreativa. Sovente, però, dolori alle ginocchia, ai piedi o al bacino impediscono di praticare questa attività con piacere. Il fatto sorprendente è che nella maggior parte dei casi è sufficiente una lieve modifica dello schema motorio, affinché il corridore possa in breve tempo ritornare a correre sulle piste, per boschi e parchi senza provare dolori.
  • nello sci
    Coordinazione ed equilibrio sono prerogative determinanti per continuare a praticare con gioia e senza infortuni questo sport molto dinamico. Addestrando la percezione del proprio corpo già durante l’apprendimento, si riesce ad abbinare alla necessaria convinzione nei propri mezzi una saggia valutazione del proprio potenziale effettivo.

  • nel golf
    Gli esperti del golf sono ormai concordi nel riconoscere che non esiste lo swing perfetto. La regola insegna che usando la forza non si raggiunge assolutamente nulla. A fare la differenza sono piuttosto la tecnica, la coordinazione e la mobilità mentale. Nel golf, quindi, il lavoro Feldenkrais ha molto da offrire per chi intende migliore il proprio handicap.

  • nello yoga e nelle arti marziali
    Per Moshe Feldenkrais, che è stato anche uno dei primi maestri di judo in Europa, la pratica delle arti marziali è stata fonte d’ispirazione determinante per lo sviluppo del proprio approccio metodologico. Non sorprende dunque il fatto che a trarre importanti benefici dal lavoro con il Metodo Feldenkrais® siano proprio i cultori di queste arti, in cui il lavoro mentale è importante quanto la precisione nel coordinare movimenti complessi e la comprensione delle forze gravitazionali che attraversano il corpo. Vi sono anche molti insegnanti Feldenkrais che praticano queste arti e mettono a disposizione il loro sapere in combinazione, per esempio, con lo yoga o con discipline come aikido o judo.