Integrazione Sensoriale, un approccio terapeutico non comune

L’Integrazione Sensoriale è un programma terapeutico specificamente rivolto ai bambini che abbiano bisogno di un accompagnamento e di un sostegno particolare nel loro sviluppo senso-motorio, comportamentale e relazionale.

A volte un bambino ha problemi a scrivere o a leggere, oppure ha difficoltà legate alla capacità di relazionarsi con gli altri bambini all’interno di un gruppo; qualche bambino può essere eccessivamente ansioso e timido oppure al contrario molto spericolato e imprudente, o ancora goffo e maldestro oppure aggressivo o particolarmente pigro verso il movimento: questi bambini hanno bisogno di maggiore aiuto di altri.

La terapista occupazionale e psicologa americana Jean Ayres ha sviluppato negli anni settanta la teoria dell’Integrazione Sensoriale per descrivere il collegamento tra comportamento, apprendimento e elaborazione sensoriale.

Che cosa significa Integrazione Sensoriale? L’Integrazione Sensoriale è una espressione della neurologia che descrive il funzionamento del cervello quando seleziona e sistema le percezioni sensoriali, quelle dell’equilibrio, del tatto e della propriocezione.

Una buona elaborazione sensoriale crea la base per uno sviluppo sano ed equilibrato nel divenire della vita.